#COVID19 #UrbanMetabolism

Il futuro delle Città dopo il Coronavirus – Come contribuirà il PropTech a un nuovo Metabolismo Urbano?

Qual’è il contributo che le tecnologie emergenti e il PropTech daranno alle città per garantire nuovi paradigmi di vivibilità, prossimità e decentralizzazione?

Colouree-big-data-COVID-19 location intelligence e big data tool

La piattaforma di location intelligence di Colouree permette di  combinare informazioni geografiche e intelligenza artificiale


Colouree-big-data-COVID-19 location intelligence e big data tool

Nonostante negli ultimi decenni si sia assistito allo sviluppo di numerosissime tecnologie per connettersi da remoto, le Città hanno continuato ad accrescere il loro ruolo di epicentro, diventando i luoghi della competizione globale e le capitali della creatività. Questo perché è proprio la prossimità a creare le condizioni perché fioriscano la serendipity e lo energie dalle quali le nuove idee ed opportunità nascono.


Man mano che assistiamo all’espansione del COVID-19 (Coronavirus) le nostre città sperimentano il blocco totale (lockdown) e i suoi effetti dirompenti sull’economia urbana da tutti i punti di vista, sia economici che sociali.

Pertanto, poco prima che il Coronavirus erodesse le basi stesse dell’idea di comunità e di vita urbana, e anche il Real Estate, settore sempre piuttosto conservativo, iniziasse a guardare a se stesso non più come un settore stabile e prevedibile, il sindaco di Parigi Anne Hidalgo proponeva la sua “Città del quarto d’ora”: una visione decentralizzata della città, composta da miriadi di vicinati dove tutto possa essere raggiunto in 15 minuti, possibilmente abbandonando l’auto e muovendosi a piedi o in bicicletta.

Un’idea di Città a misura d’uomo, policentrica e multifunzionale, dove gli esercizi principali sono accessibili in 15 minuti implica quindi una mutata visione della città non solo in termini di edifici e di infrastrutture, ma anche di mix funzionali e di attenzione alle persone che ospita.

Paris-città del quarto d'ora tutto raggiungibile in 15 minuti

Nuove domande per nuove sfide

Di fronte a questa situazione e ai crescenti conflitti che ne derivano, alcune domande diventano quindi estremamente rilevanti nel medio termine:

  • Quali di questi fenomeni continueranno ad accelerare?
  • Quali avranno la forza d’imporsi stabilmente come nuovi paradigmi?
  • Le differenze tra luoghi dedicati al lavoro, al vivere, e al divertimento saranno destinate a ridursi ulteriormente nello spazio e nel tempo?

Gestire e trasformare le città e gli edifici in contesti come le città contemporanee, è un compito caratterizzato da decisioni difficili, relazioni complesse e una moltitudine di variabili da comprendere e gestire.

Per questo le città e i principali stakeholders si stanno orientando con sempre maggiore forza verso l’utilizzo di tecnologie specializzate per essere supportati nell’affrontare questioni legate alla società, all’ecologia, alla pianificazione e alla gestione.

Il concetto emergente di Smart Cities incoraggia fortemente questa prospettiva promuovendo in particolare l’integrazione di sensori e Big Data attraverso l‘Internet of Things (IoT), e la loro elaborazione con il supporto dell’Intelligenza Artificiale.

La crescente disponibilità di dati offre infatti nuove possibilità nella progettazione e nella gestione delle città così come dal punto di vista delle prospettive economiche.

Mentre si sta affermando con forza il contributo che l’elaborazione dei Big Data attraverso l’Intelligenza Artificiale (AI) può portare al settore immobiliare e della pianificazione, appaiono ancora sottoutilizzati rispetto alle dimensioni della sostenibilità e della vivibilità.

Colouree-Covid-location-analytics

L’impegno di Colouree

In Colouree sviluppiamo tecnologie per comprendere e considerare i vari impatti che il settore immobiliare e l’ambiente urbano hanno sulla qualità della vita, ma ciò che alla luce delle nuove sfide in corso, risulta molto più interessante, è la capacità di riconoscere e misurare come cambiano le aspettative delle persone rispetto agli edifici e alle città  in una nuova ottica di esigenze e stili di vita emergenti.

I risultati potrebbero guidare quindi il valore, per creare gli spazi che le persone vogliono e aiutarci a raggiungere un futuro sostenibile ed equo.

La Location Intelligence e la Spatial Analysis offrono infatti strumenti e tecnologie che ci consentono di comprendere, analizzare e visualizzare i fenomeni del mondo reale in base alla loro posizione.

Colouree sfrutta l’Intelligenza Artificiale (AI), i dati geo-spaziali (GIS) e la Location Analysis Urbana per comprendere in profondità come gli spazi costruiti si adattano allo stile di vita delle persone e alle esigenze di business in una prospettiva dinamica, migliorando l’evidenza e il processo decisionale geograficamente localizzato.

Con un accesso crescente a tutti i dati immaginabili e nuove capacità di analisi basate sulla posizione, le città e il settore immobiliare potrebbero quindi essere un settore incentrato sul cliente e completamente diverso.

Colouree Nature4cities per città vivibili e sostenibili con le Nature Based Solutions

Vuoi provare subito Colouree GRATIS su un immobile o area di tuo interesse?

Fai un Test Gratuito